top of page
skylinefi.png

24 gennaio 20223 Badia Fiorentina Fr. Antoine-Emmanuel



Martedì della III settimana del T.O.

Eb 10,1-10 – Mc 3,31-35


Pochi versetti prima del brano odierno, Gesù era sul monte dove scelse i Suoi apostoli.

Fra poco, lo vedremo sulla riva del lago.

Oggi sta in una casa.


E chi c’è con Lui?


C’è la folla, ci sono i Suoi discepoli.


Ci sono poi gli scribi di Gerusalemme, gli esperti della Legge,

che sanno tanto su Dio.

E, per loro, è chiaro che Gesù non è da Dio.

Troppa libertà nei confronti della Legge! Non è divino questo!


Poi ci sono i familiari di Gesù, che sanno tanto su Gesù.

Ed è pure chiaro, per loro, che Gesù ha perso la testa, non è più lui.

Troppo donarsi, fino a non mangiare! Non è umano questo!


Mettiamoci nei panni della gente che Lo ascolta.

Gli esperti ci dicono: “Non è da Dio. Non è divino”.

I familiari ci dicono: “E' pazzo. Non è umano”.

Tu cosa fai?

Rimani nella casa o vai via?


Se rimani, senti queste parole:

"Ecco mia madre e i miei fratelli!

Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre". (Mc 3,34-35)


Ma tutti coloro che stanno attorno a Gesù fanno la volontà di Dio?

Sono tutti perfetti? Santi?


No… ma fanno la volontà di Dio, perché ascoltano Gesù.

Si fidano. Accettano la novità di Gesù.

E diventano, diventiamo, così i veri familiari di Gesù, con la Madre Sua e nostra.


Bisogna rinunciare a saper tutto di Dio, scoprendo in Gesù il vero volto di Dio.

Bisogna rinunciare a saper tutto di Gesù, e lasciarsi spiazzare da Lui,

correndo il rischio dell’amore.

E si tesse un rapporto così bello e forte con Lui e con gli altri!


Non hai gradito né olocausti né sacrifici … Allora ho detto: "Ecco, io vengo per fare, o Dio, con Gesù, la tua volontà". (cf Sal 39,7-9)



13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page