top of page
skylinefi.png

23 dicembre 2023 Badia Fiorentina Fr. Antoine-Emmanuel

Aggiornamento: 26 dic 2023



Sabato della III settimana di Avvento

Mal 3,1..24 – Lc 1,57-66


Solo Gesù salva l’umanità!


Ci avviciniamo al Natale con tante intenzioni di preghiera:

per la pace, per la giustizia, per una conversione ecologica.

Per la liberazione dall’ateismo ideologico che si sta diffondendo.

Ma pure per l’unità della Chiesa.

 

Penso alla Chiesa Siro-Malabarese, in India, che lunedì diverrà scismatica,

se non si conformerà alla riforma liturgica che le è stata richiesta da Roma,

dopo anni di dialogo.

Si tratta di 4 milioni di fedeli…

 

Penso alle divisioni provocate dalla recente dichiarazione della Santa Sede

sulle benedizioni delle coppie omosessuali e delle coppie in situazioni irregolari.

Una ferma opposizione si manifesta da tante parti del mondo,

specialmente dall'Africa.

 

Entra in gioco certamente il rapporto che abbiamo con l’omosessualità.

Entra pure in gioco la nostra comprensione del compito del sacerdote.

Ma mi sembra che dietro vi sia una questione più fondamentale.

 

La Chiesa deve dare regole per ogni situazione?

Nella storia, la Chiesa latina è stata competentissima

nell' edificare un corpus di leggi splendido.

Siamo stati gli eredi del Diritto romano, tanto ricco di sapienza.

È stata una forza, se non la forza, della Chiesa latina.

 

Ma non sarebbe pure un grande rischio?

Gesù è venuto per essere un nuovo promulgatore di leggi?

Di leggi sempre più precise?

 

Cosa ci dicono a riguardo le letture odierne?

 

Entrambe le letture ci danno il ritratto dell’uomo che prepara la venuta di Gesù.

Qual è il suo compito?

Egli “convertirà il cuore dei padri verso i figlie il cuore dei figli verso i padri.” (Ml 3,24)

Per preparare il mondo ad accogliere Gesù,

bisogna quindi ritrovare la paternità e la filiazione.

 

Perché la venuta di Gesù riguarda essenzialmente il rapporto con il Padre,

la cui eco sta nel rapporto umano padre-figlio.

 

E come si chiama colui che prepara la venuta di Gesù?

Non si chiama Zacharia che significa “Dio si ricorda”.

Si chiama Ioannes che significa “Dio fa grazia”.

Questo significa che Gesù porta qualcosa di nuovo:

oltre il fatto che Dio si ricorda della Sua Alleanza, Dio offre la novità della grazia.

 

Ecco il senso profondo della venuta di Gesù: nel rapporto col Padre, farci grazia.

È in persona LA GRAZIA.

“Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè”,

- ne avevamo bisogno ! -“la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.” (Gv 1,17)

 

Gesù non è nato per essere un nuovo promulgatore di leggi.

Anzi, è venuto per rendere possibile l’adempimento di tutta la Legge

attraverso un unico comandamento, quello dell’Amore

che Egli è venuto a rendere possibile…

 

Non sarebbe giunto il momento

di non cercare più la salvezza in tante leggi, in tante norme,

ma di cercare la salvezza nella Persona di Gesù,

e questo con un discernimento in ogni situazione?

 

La società occidentale si sta asfissiando con il moltiplicarsi delle leggi,

dei decreti, dei processi, delle procedure giudiziarie,

e quindi delle assicurazioni, degli avvocati, …

Non potremmo proclamare che questo non  darà mai vita!?

Solo Gesù salva l’umanità!

La salva anche dall’attendere tutto dalla legge!

 

 

 

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page