top of page
skylinefi.png

12 settembre 2023 Badia Fiorentina Fr. Antoine-Emmanuel



Martedì della XXIII settimana del T.O.

Santo Nome di Maria

Col 2,6-15 – Lc 6,12-19


Immaginate un documento sul quale sia stato scritto: “Si salva solo chi obbedisce a tutti i comandamenti della legge di Dio”.


Questo documento, Gesù lo prende, e, con la sua morte in Croce,

con il suo sangue, lo strappa, e lo inchioda per sempre alla Croce. (cf. Col 2,14)


La salvezza non riposa più sulla nostra obbedienza ai comandamenti,

bensì sull’obbedienza di Gesù.

Chi crede viene salvato, salvato dalla Croce di Gesù.


Paolo descrive questa vittoria fantastica

come il trionfo pubblico dei generali romani:

una terribile e definitiva umiliazione per le Potenze della morte!

(cf Col 2,15)


Ai cristiani di Colossi, Paolo dice in qualche modo:

“Non dimenticate questa Buona Notizia!

Non lasciatevi sedurre da discorsi su delle forze che reggerebbero il mondo.

In Gesù, e solo in Gesù, abita la pienezza della divinità.

Non lasciatevi sedurre da altre dottrine”.


Il nostro cuore sia abitato dal Nome di Gesù.

Il nostro cuore sia pacificato dal Nome di Gesù.

Il nostro cuore sia unificato dal Nome di Gesù.

Il nostro cuore sia santificato dal Nome di Gesù.


E dal Nome di Maria!


Mi direte che non c’è altro Nome nel quale venga data la salvezza

fuorché nel Nome di Gesù!

È vero!

Ma chi custodisce in noi il Nome di Gesù è Maria!


Per essere veramente di Gesù, io sono di Maria.

Perché il Nome di Gesù impregni profondamente il mio cuore e la mia vita,

mi affido al Nome di Maria.

Per non perdere il Nome di Gesù quando vengono le tempeste della vita,

mi lego al Nome di Maria.

Dico “Maria”, con il mio cuore e le mie labbra pieni di miseria e di peccato,

e Maria in me dice “Gesù”, con il Suo cuore immacolato e le sue labbra pure!


Evviva Maria per essere veramente di Gesù!




21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page